a

A Piccoli Sorsi

HomeA Piccoli Sorsi

Discorso intorno all'8 Marzo Non mi sono mai piaciuti i discorsi sul sesso, come se bastasse la casuale combinazione di due cromosomi a determinare chi siamo. Non mi sono mai piaciuti anche perché non mi piacciono le categorizzazioni, sempre troppo semplicistiche, né tantomeno le teorie manichee: uomo vs donna. Mi sono sempre piaciute però le persone impegnate, acute, appassionate e i buoni propositi, quando sono autentici, rivoluzionari e lungimiranti. Mentre raccolgo questi pensieri ripenso a una delle tante donne della letteratura che mi sono care: Virginia Wolf, perché ha incarnato quella forza estremamente complessa della femminilità e quella stessa forza l'ha riversata nella scrittura così come nella vita senza intermediazioni e senza

Cronaca di un successo annunciato Per chi non avesse un account Instagram Ormai il Blind Blogger Tasting non ha bisogno di presentazioni per gli utenti enofili di Instagram. Già, perché per gli appassionati di vino social questo evento è ormai un vero successo e in pochi mesi si è visto legittimare da cantine, wine influencer, wine blogger e wine lover di ogni genere. Spiegherò comunque brevemente di cosa si tratta per chi ancora non ne avesse sentito parlare. È una degustazione alla cieca ideata e organizzata da Thomas Taddeo alias Hipster Wine, Francesco Bonomi alias Bonomi Wine Diary e Fabio Gobbi alias Fabio Enoteca La Vigna, tre appassionati e

Prospettive rovesciate. Ovvero, oltre il terroir Intorno è pianura. Pianura a perdita d'occhio e in mezzo un vigneto anzi, tre vigneti. Saranno sì e no 2°C e i miei piedi sono così freddi da averne perso coscienza da un pezzo. Sono in Belgio, a Liezele, nella provincia di Anversa, che non è certo il primo posto che mi viene in mente quando penso alla prossima meta dove camminare le vigne. Ho detto un vigneto, anzi tre vigneti perché, nonostante siano vicini l'uno all'altro, appartengono a tre diversi appezzamenti piantati in tre diversi anni, dal 2016 al 2018. La tenuta Valke Vleug cresce a passi piccoli ma lesti. È un

Ovvero, 20 campioni di vini Orcia Doc, 6 assaggiatori tra tecnici ed enologi +1 (Io) 5 novembre 2018. È un pomeriggio d’autunno qualsiasi quello che abbiamo scelto per la commissione d’assaggio interna al Consorzio del vino Orcia, la sede è l’azienda Sassodisole di Roberto Terzuoli, vicepresidente del Consorzio e orgoglioso produttore di Orcia Doc. Sulla strada che da casa mi porta all’appuntamento canticchio e divago. Un pomeriggio d’autunno qualsiasi sta per trasformarsi in un pomeriggio d’autunno indimenticabile. Oggi si fa un pezzo di storia dell’Orcia, penso, forse piccolo ma di certo necessario. Arriviamo a Sassodisole dopo che qualche goccia di pioggia ha lasciato il posto al sole. C’è il vento e poi l’autunno che

Due case e due cuori in una ricetta Da qualche anno ormai per ragioni di studio e di cuore divido la mia vita tra la Val d’Orcia e Firenze. Nei vari tentativi, più o meno riusciti, di coniugare le mie due vite, la cucina mi è venuta in soccorso con una ricetta: la schiacciata con l’uva. TRADIZIONE E SEMPLICITÀ La schiacciata con l’uva, ricetta tipica del Chianti. è uno dei miei dolci preferiti. Le origini di questo piatto sono umili e antiche. Di solito, in campagna l’impasto per il pane si preparava una volta a settimana e se ne ricavava preparazioni diverse. In tempo di vendemmia una parte di impasto veniva